Tempo favorevole, tempo di Ac

A tutta l’Ac, ai bambini, i ragazzi, i giovani e gli adulti, gli auguri del presidente nazionale Matteo Truffelli e dell’assistente generale mons. Mansueto Bianchi per un’estate carica di promesse e di esperienze, di finestre aperte verso l’Alto e verso gli altri, di nuovi inizi e di rinnovati impegni; tempo del Samaritano, per scendere dalla cavalcatura e dedicarci a quelle presenze e dimensioni della vita che sono spesso lasciate sul margine della strada.

Per un'estate "a tutto Campo"

Destinazione campi nazionali di AC. Avendo in mente e nel cuore l’invito di papa Francesco a uscire verso «le periferie dell’umanità». Linkando sul titolo di ciascun campo, troverete una breve presentazione e il programma completo.

Si inizia con il Mieac e l’appuntamento è a Montecatini Terme dal 17 al 20 luglio per «Generazioni al verde! L’educazione tra etica, speranze ed economia». A seguire il Settore Adulti di Ac si ritroverà a San Silvestro di Pescara dal 24 al 28 luglio a parlare di «Vie d’uscita. Adulti testimoni della gioia». Dal 3 al 7 agosto, approderanno a Fognano (Ravenna) il Settore Giovani di Ac con «Fuori tutti! Missionari per vocazione» e il Msac con «È un giorno buono! Tempo di #rimanere, #andare, #gioire nella scuola». L’Acr, invece, si divide in due: il campo per i membri di équipe si farà a Valfurva, in provincia di Sondrio, dal 29 luglio al 3 agosto e avrà per tema «I ragazzi del 3000. Il protagonismo dei ragazzi oggi e domani», mentre il campo specializzato è a sud, a Castellammare di Stabia, dal 4 al 9 agosto, a tema l’«Evangelii Gaudium. Chiamati ad essere dono della bellezza che non si spegne». Chiudono il Mlac, che a Policoro, dal 19 al 24 agosto, porterà la sua attenzione specifica a «Le periferie del lavoro e il ruolo della comunità cristiana», mentre i seminaristi “targati Ac” si troveranno a Reggio Calabria dal 27 al 30 agosto per riflettere su «L’Ac e la gioia del vangelo. La formazione al presbiterato al tempo di Francesco». Da non dimenticare Spello e il programma «le settimane di Ac a casa San Girolamo».

La notizia

Vacanze alternative? Si può fare

Dai campi di lavoro di Libera nei luoghi ad alta densità mafiosa, dove il volontariato diventa riserva etica ed economia sostenibile, agli incontri tra "cielo e terra" a Spello e a Bose, occasioni propizie per dedicarsi a Dio e agli uomini. E ancora: pellegrini lungo le strade della via Francigena che portano a Roma, Santiago di Compostela, Gerusalemme per un incontro nuovo con l’Altro. È l’estate “diversa” suggerita dalla rivista Segno (n.7/8-2014). Senza dimenticare l’estate “in uscita, sulle orme di papa Francesco” offerta ad adulti, giovani e ragazzi con i campi scuola dell’Ac.

The Europe Experience

Le altre notizie

Gino Pistoni. Partigiano della libertà, martire del Vangelo

Ad Ivrea, nel 70° anniversario del martirio, un mostra fotografica e due giornate della memoria (24 e 25 luglio) per riproporre la luminosa figura di un giovane di Ac che scelse di testimoniare il Vangelo e il suo amore per la libertà sino alla morte per mano nazifascista. Mons. Bianchi presiederà la celebrazione eucaristica.

Dialoghi su «Quale università?»

Fresco di stampa Dialoghi n. 2/2014. Il trimestrale culturale dell’Ac dedica il suo dossier al presente e al futuro dell’università italiana. Articoli anche su immigrazione, Sinodo sulla famiglia, scuola, informazione religiosa. Tante recensioni e il profilo sul card. Tucci, il “portavoce del Concilio”.

Ricostruire il tessuto delle relazioni vere: l’Ac rilancia la sfida

Vi proponiamo l’intervista che il presidente Truffelli ha rilasciato al quotidiano Avvenire. Animare La quotidianità delle donne e degli uomini del nostro tempo per “ricostruire il tessuto” delle relazioni autentiche e testimoniare la bellezza del Vangelo. È questo il compito che l’Azione cattolica è chiamata a coltivare sempre di più.

Rapporto Caritas. Contro la povertà, reddito di inclusione sociale

Antonio Martino - Una svolta urgente, la situazione del Paese è esplosiva. Nessuna misura estemporanea quanto inefficace, ma scelte coraggiose a partire da un Piano nazionale che comprenda anche il “reddito di inclusione sociale". È quanto chiede al Governo la Caritas italiana, in occasione della presentazione dei dati del Rapporto 2014 “Il bilancio della crisi” sulla povertà in Italia.

Per la pace in Terra Santa

Ada Serra, da Gerusalemme - «Per fare la pace ci vuole coraggio, molto di più che per fare la guerra». Sono parole di papa Francesco. Risalgono solo a un mese fa. Sono state pronunciate l’8 giugno, durante l’Invocazione per la pace in Terra Santa in Vaticano, insieme ai presidenti israeliano Shimon Peres e palestinese Mahmoud Abbas. Sono passati soltanto trenta giorni da quella preghiera. Ma l’ultima settimana ha visto un inasprimento della violenza nell’area che ha portato con sé dolore, paura e preoccupazione. Tra la popolazione locale, ma anche in tutto il mondo, che in questi giorni – come in altri momenti difficili – tiene gli occhi puntati su quanto accade in Medio Oriente.

Per le Chiese del Sud meno slogan e una chiara scelta educativa

Marco Iasevoli - La vicenda di Oppido ci conferma in una certezza: il fronte prioritario della parrocchie del Sud – e in realtà della Chiesa tout court - è l’impegno educativo. Gli slogan e le soluzioni ad effetto rischiano di essere totalmente inutili se alle spalle non c’è una forte decisione ecclesiale di investire su cammini educativi ordinari, seri, completi, che parlano alla fede e alla vita.

Condividi contenuti
Warning!
You are using an outdated browser
For a better experience using this site, please upgrade to a modern web browser.
Get Firefox
Get Internet Explorer
Get Safari
Get Chrome
Get Opera